Tra i requisiti fondamentali menzionati dalla norme di sicurezza sulla pavimentazione assume un ruolo di primo piano la resistenza allo scivolamento. Questa caratteristica evita il verificarsi di gravi infortuni, pertanto diventa un elemento fondamentale nella progettazione di uffici pubblici o edifici di destinazione industriale.

Marazzi Mystone

Coefficienti di scivolamento

Ogni struttura adibita ad una particolare destinazione d’uso deve rispettare un determinato coefficiente di scivolosità per ottenere il nulla osta al progetto. Tale coefficiente è indicato con il fattore r al quale si affianca un numero di ordine crescente in termini di pericolosità e di probabilità di scivolamento in strutture private, commerciali o in capannoni industriali. Il test di resistenza allo scivolamento viene enumerato dal fattore r9 che indica il primo livello al fattore r13, l’indice che viene richiesto per i settori industriali. Per abitazioni private o residenziali è sufficiente il rispetto dell’indice r9 per i pavimenti interni, mentre viene richiesto l’indice r10 e r11 per le pavimentazioni esterne

ImolaCeramica - Opificio delle Pietre

La scelta della pavimentazione

Il bisogno di cambiare casa, di ristrutturare i pavimenti o di rinnovare l’ufficio diventa un sogno realizzabile con il supporto di Orsolini, azienda leader nel settore delle pavimentazioni per interni ed esterni. I suoi partner commerciali sono stati selezionati secondo criteri di qualità, affidabilità e professionalità. La scelta tra i diversi tipi di pavimenti dipende dall’obiettivo prefissato. Volendo ottenere dei pavimenti ad effetto pietra, si può scegliere tra le forniture di Marazzi, Cooperativa Ceramica D’Imola e Edimax. Per i pavimenti particolari anche le piastrelle effetto cemento risultano adeguate. Le forniture offerte da Orsolini per questo tipo di pavimenti hanno come partner commerciali Cotto d’Este e La Faenza. Gli stessi fornitori propongono il gres porcellanato per i pavimenti esterni con coefficiente di scivolosità r10 e r11.

Il gres porcellanato per ambienti esterni

Le caratteristiche tecniche del gres porcellanato consentono di avere elevate prestazioni in sicurezza e resistenza oltre all’inimitabile impatto estetico. I requisiti a cui devono rispondere le ceramiche sono elencati nelle norme UNI ed ISO e rappresentano una sorta di garanzia del prodotto. Tra i requisiti, il gres porcellanato ha un ottimo indice di attrito che si traduce nella capacità di limitare la scivolosità e la pericolosità. Per l’esterno si sceglie un pavimento in gres porcellanato del tipo r10 o r11 in quanto rappresenta una garanzia in caso di pioggia per le abitazioni private o limita la pericolosità in bagni e docce comuni nel caso di palestre o piscine. Il gres porcellanato smaltato è sconsigliato per pavimenti interni, mentre il gres porcellanato tecnico oppure il gres porcellanato in massa con finitura strutturata soddisfano i coefficienti di scivolosità r10 ed r11 stabiliti dalla normativa DIN 51130 per ambienti esterni coperti e scoperti.

VISITA LE NOSTRE ESPOSIZIONI DI ROMA