La crisi non c’è, a patto di inventarsi ogni giorno il lavoro e farlo con passione.

VITERBO, 15 Novembre 2011 – (m) “La crisi non c’è, a patto di inventarsi ogni giorno il lavoro e farlo con passione”. L’ottimismo che ogni imprenditore deve avere per guardare lontano è ben incarnato da Rino Orsolini, presidente del gruppo omonimo, che ha interessi (e sedi) in tutto il centro Italia.

L’ottimismo nasce anche da una storia secolare, quella per cui l’azienda è stata premiata martedì 15 novembre alla Camera di Commercio di Viterbo come “impresa storica”, visto che è iscritta all’ente camerale da oltre un secolo. “Il premio – spiega Rino Orsolini – andrebbe dato se possibile ai fondatori: l’azienda prende il nome di mio nonno Amedeo, ma in realtà a fondarla fu suo padre Pacifico”.

Lo stesso che sulla sua tomba – era nato nel 1856 ed è morto nel 1923 – ha voluto una frase che racchiude già l’essenza della famiglia: “Uomo di onestà indissoluta dedito a larghi commerci”.

Oggi l’azienda conta circa 300 dipendenti ed è leader nel Centro Italia nella commercializzazione di materiali edili, arredo bagno, pavimenti, rivestimenti: in poche parole, tutto ciò che serve per una casa.

I depositi sono 23, sparsi tra Lazio, Umbria, Toscana e Abruzzo, ma il cervello rimane sempre a Centignano, poco fuori Vignanello. Al timone, oltre a Rino, i fratelli Giorgio ed Amedeo, figlidi Giotto Orsolini, terza generazione dell’azienda, morto poco più di un anno fa a 99 anni e figura carismatica per chi lo ha conosciuto. Tra gli obiettivi immediati della “Amedeo Orsolini spa” l’espansione sul mercato di Roma, con l’imminente apertura (gennaio 2012) di un deposito nei pressi della Bufalotta. “I nostri figli – conclude Rino Orsolini – da tempo lavorano in azienda, tutti con compiti diversi: Pacifico sarebbe stato felice divedere all’opera la quinta generazione”.


VISITA LE NOSTRE ESPOSIZIONI DI ROMA